D.Lgs. 231/2001

D.Lgs. 231/2001

La RDR è costantemente impegnata nell'ammodernamento delle proprie strutture e tecnologie, nella sicurezza sui luoghi di lavoro, nella programmazione di continui e intensi progetti di sviluppo dei prodotti e dei servizi, allo scopo di dotare tutti i dipendenti di strumenti necessari per affrontare e risolvere qualsiasi problematica legata al Ciclo Integrato delle Acque e offrire alla propria Clientela le più ampie garanzie sulla qualità del lavoro svolto.


Grazie agli standard offerti, la R.D.R. nel corso degli anni ha raggiunto un'immagine pubblica di elevata reputazione e, al fine di salvaguardare, promuovere e tutelare la stessa, ha adottato nel 2007 un proprio Codice Etico Comportamentale, che si pone in sostanziale continuità con le norme etiche e di condotta, da sempre adottate da tutti i componenti dell’azienda. La nostra cultura aziendale si basa sull'integrità, sulla fiducia, sulla lealtà, sull’onestà, sull’affidabilità e sul rispetto delle regole e delle norme che compongono il Codice, affinchè vengano perseguiti in maniera efficace gli scopi dell’azienda.


La società agisce in un contesto di legalità ed opera con metodiche volte a garantire trasparenza ed efficienza. Fa della responsabilità di ogni operatore uno strumento per raggiungere tali obiettivi. Per concretizzare queste strategie dal 16 Luglio 2015 è stato adottato un Modello di Gestione e Controllo (ex D.Lgs. n. 231/2001 - PARTE GENERALE).

 

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO

La RDR ha adottato il proprio “Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo” con lo scopo da un lato di adeguarsi alle previsioni del D.Lgs. n. 231/2001 – che ha introdotto nell’ordinamento italiano il principio della responsabilità amministrativa della società in relazione alla commissione di determinati reati compiuti da persone fisiche che abbiano operato nell’interesse od a vantaggio della società stessa – e dall’altro di proteggere gli interessi di tutti gli stakeholders (soci, clienti, fornitori, Pubblica Amministrazione, dipendenti, terzi), dagli effetti negativi derivanti da eventuali inaspettate sanzioni. L’obiettivo principale del “Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo” è, per quanto possibile, quello di prevenire il rischio di commissione di reati presupposto. A seguito dell’adozione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo, l’azienda ha provveduto ad istituire l’Organismo di Vigilanza (ODV), provvedendo, altresì, alla nomina dei suoi componenti. L’ODV è dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo ed ha il compito di vigilare costantemente sul funzionamento e l’osservanza del Modello da parte di tutti i destinatari dello stesso.


Al fine di poter esercitare al meglio le proprie funzioni, l’ODV riceve eventuali segnalazioni come da indicazioni contenute nel Modello stesso all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per ricevere assistenza H24 chiamaci allo
081 8475911 o compila il form
: 1 + 8 =

Main Menu

Main Menu

Main Menu